martedì 20 dicembre 2011

analisi pragmatica: FIAT versus Mezzogiorno-Italia

Fiat presenta la nuova Panda
Elkann: 'Pieno sostegno a Marchionne'. Proteste Slai Cobas e Fiom contro piano del Lingotto

"Ribadisco qui l'impegno mio e della mia famiglia a sostenere gli sforzi di Sergio Marchionne che hanno l'obiettivo di fare Fiat-Chrysler un grande gruppo che fa grandi automobili". Lo ha affermato John Elkann aprendo a Pomigliano l'incontro per presentare la nuova Panda.

La storia di Pomigliano smentisce "il luogo comune che nel Mezzogiorno non si voglia lavorare, non è vero". "Oggi - ha detto Elkann - è un giorno di festa, il nostro futuro è fatto di prodotti. Abbiamo successo e vogliamo continuare ad averlo. La Panda è un esempio concreto di questo. Qui investiamo 800 milioni di euro, è un segno concreto che l'unico modo per fare investimenti nelle auto è avere le condizioni di competitività".

Quattro operai di Fabbrica Italia Pomigliano hanno consegnato al responsabile commerciale Fiat la prima Panda realizzata nello stabilimento e completamente autografata dai lavoratori.



In questa agenzia "Ansa" vediamo come l'aggettivo dimostrativo “qui” segnali la localizzazione del prodotto soprattutto per un'azienda che predilige costruire nelle località dove le condizioni salariali sono migliori per la firma Fiat e peggiori per gli operai ( costi e benefici economici sono in sintonia spesso con i costi e i benefici previsti dall'analisi pragmatica). le parole del presidente della FIAT segnalano una valorizzazione per la faccia collettiva dell'Italia e del mezzogiorno in sintonia con la storia italiana della Fiat. La competitività in questa presentazione significa un modo di attaccare la faccia degli operai, i quali non sono certi i colpevoli delle lacune della dirigenza nell'orientare in modo efficace le loro scelte industriali e dei modelli di produzione.

Per ottenere una valorizzazione della faccia positiva degli operai è stato chiesto di consegnare la prima Panda realizzata nello stabilimento così come di apporre la loro firma come atto benefico alla loro faccia collettiva di tipo positiva.


Pragmatica di questa agenzia Ansa

La topicalizzazione della tematica con la sua nominalizzazione all'inizio dell'enunciato serve per conferire maggiore peso alla faccia collettiva della FIAT. La dichiarazione del presidente della fiat conferisce un beneficio alla faccia positiva dell'amministratore delegato Sergio Marchione, il quale ha subito dei colpi alla sua faccia negativa da parte dei sindacati presenti all'interno della fabbrica Fiat. L'elenco delle sigle sindacali rappresenta un modo di conferire faccia positiva e beneficio per il loro operare in difesa della faccia collettiva degli operai coinvolti nel nuovo contratto di lavoro della Fiat denominata con il suo luogo di produzione ossia il Lingotto per segnalare anche la sua distanza dai luoghi di produzione.
Per conferire peso al proprio atto linguistico si utilizza la storia facendo ricorso alla storia collettiva di una nazione divisa tra il nord e il sud del paese dove vige uno stereotipo culturale sulla scarsa attitudine al lavoro dei meridionali. L'azienda Fiat mette in discussione questo postulato con la finalità di conferire beneficio alla faccia positiva della Fiat come attore capace di andare contro-corrente in questo ed altri momenti della storia economica italiana. Questo enunciato rappresenta una forma di beneficio ma anche un costo per la faccia di quei lavoratori coinvolti all'interno della fabbrica. Infatti il messaggio del presidente della fiat non è rivolto al mondo degli operai ma piuttosto al mondo della stampa mentre l'operai potrebbe vivere tali periodi in modo contraddittorio in termini di faccia positiva. "Oggi" intesa come deissi spaziale presente in questo avverbio di tempo indica il fatto che ieri o nel passato ci sono stati dei momenti di difficoltà per l'azienda e per gli operai mentre oggi è un giorno di festa e quindi di speranza. L'azienda non costruisce automobili ma prodotti e questo è un peso per la faccia positiva degli operai perché gli operai sono legati alla macchina che sentono come una loro realizzazione mentre il prodotto simboleggia qualcosa molto più immateriale e capace di spostamenti nel tempo e nello spazio. Questo è un atto di minaccia per la faccia negativa del mondo operai e per le sigle sindacali impegnate in questo scontro con la dirigenza fiat. La Fiat ha successo mentre non può dire certamente la stessa cosa chi lavora per la Fiat. Tuttavia il messaggio che si intende fare passare è quello di sposare il successo della fiat per conferire dei vantaggi alla faccia positiva degli operai che potranno ottenere dei giovamenti da questo lavoro anche andando contro le loro condizioni di lavoro.

Nessun commento:

Posta un commento